Il primo blog interamente dedicato alla formazione degli abitanti in Condominio
 
Gli obblighi dell’amministratore: il registro di contabilità

Gli obblighi dell’amministratore: il registro di contabilità

L’articolo 1130 del Codice Civile prevede l’obbligo, da parte dell’amministratore, della tenuta del registro di contabilità, in cui vengono annotate le entrate e le uscite del conto corrente del condominio.

Questo registro è collegato alla qualità del lavoro dell’amministratore e alla tipologia di ordine, puntualità e precisione che lo stesso amministratore adotta nella tenuta della contabilità condominiale, ovvero nel tener sotto controllo i conti del condominio. L’obbligo non prevede soltanto la registrazione del movimento, ma anche che questi movimenti vengano registrati entro 30 giorni dal momento in cui sono stati effettuati.

Molti amministratori, per facilitare il proprio lavoro, segnano nel registro di contabilità le fatture, tutte insieme, addirittura alla fine dell’anno amministrativo, mentre vanno a redigere il rendiconto. Questa pratica porta, però, ad una totale mancanza di controllo sui flussi finanziari del condominio e sulla correttezza delle entrate e delle uscite.

La prima difficoltà che può creare una pratica di questo tipo è la seguente: a volte le fatture vengono registrate mesi dopo il pagamento, a volte addirittura a fine anno.

Se ci sono fatture di energia elettrica, o di gas, addebitate automaticamente sul conto corrente, nel momento in cui le registriamo a fine anno, non avremo il controllo di queste fatture e, di conseguenza, non potremo accorgerci se ciò che è stato addebitato sia corretto o meno. Allo stesso modo, potremmo perderci delle scadenze nel momento in cui arrivano le fatture, se non abbiamo l’abitudine di segnarle tempestivamente nel registro di contabilità.

Un altro effetto che comporta quest’abitudine è quello di non poter informare il condomino nel momento in cui ne ricevesse una richiesta. Il condomino ha il diritto di avere sotto controllo le entrate e le uscite del suo condominio e deve poter avere accesso a queste informazioni nel momento in cui viene richiesto. Se però segni tempestivamente, nel registro di contabilità, l’entrata e l’uscita del condominio, allora avrai anche la possibilità di permettere al condomino di verificare la tipologia di queste spese.

È quindi importante chiedere all’amministratore lo stato delle spese e della contabilità del tuo condominio, in modo tale da sapere come vengano utilizzati i tuoi soldi e valutare la qualità del lavoro del tuo amministratore.

Tu conosci lo stato finanziario del tuo condominio?

Informati sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *