Il primo blog interamente dedicato alla formazione degli abitanti in Condominio
 
Il cambio di amministratore: cosa bisogna fare?

Il cambio di amministratore: cosa bisogna fare?

Il cambio di amministratore è un momento delicato nella vita del condominio, a cui molto spesso non viene data la giusta attenzione.

Può accadere che l’assemblea sia chiamata a cambiare l’amministratore.

I motivi possono essere svariati: può essere l’assemblea a darlo revocato, oppure può anche essere l’amministratore stesso ad aver dato le dimissioni.

Cosa bisogna fare?

Spesso, gli amministratori uscenti risultano essere superficiali dal punto di vista della procedura e della tutela verso i condomini, che si ritrovano a dover affrontare una situazione a cui non sono abituati. Può accadere che un professionista abbandoni il condominio, addirittura senza riconvocare un’ulteriore assemblea (nel caso in cui avvenisse la revoca, ma non la nomina del nuovo amministratore), lasciandolo con un qualcosa del tipo “i condomini comunicheranno entro tempo x il nominativo del nuovo amministratore“. Questo tipo di modalità non vale niente!

Il nuovo amministratore deve essere nominato regolarmente dall’assemblea che, a sua volta, deve essere convocata ad hoc.

Ciò significa che nel momento in cui tu, o l’assemblea, dovessi trovarti in una situazione in cui il vecchio amministratore venisse revocato, se ne andasse per un qualsiasi motivo e non ci fosse la nomina di uno nuovo, allora dovrai richiedere esplicitamente a verbale la convocazione di una nuova assemblea entro un termine ultimo (in seguito si arriverà alla nuova assemblea con i nominativi dei nuovi amministratori).

Spesso, i condomini sono chiamati a dover risolvere da soli il problema. Questo è molto più complesso, perché il passaggio di consegne non si può fare senza una nomina, il nuovo amministratore, anche se individuato, non è nominato dall’assemblea regolarmente e, di conseguenza, si creano problemi di gestione.

Nel momento in cui l’assemblea dovesse trovarsi a cambiare un amministratore è quindi necessario o predisporre immediatamente la nomina di un nuovo amministratore, in modo tale da arrivare in assemblea già con un nome nuovo, oppure prevedere a verbale la convocazione di una nuova assemblea per la nomina del nuovo amministratore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *