Il primo blog interamente dedicato alla formazione degli abitanti in Condominio
 
Il recupero crediti

Il recupero crediti

Perché è fondamentale che l’Amministratore provveda al corretto recupero dei crediti?

Il recupero crediti è alla base del buon funzionamento del condominio.

Mantenere il corretto flusso di cassa permette all’amministratore di pagare regolarmente i fornitori, cosicché i condomini possano continuare ad usufruire regolarmente dei servizi condominiali.

Per questo, l’amministratore è tenuto ad effettuare gli opportuni solleciti regolarmente e ad affrontare situazioni gravi di morosità prima che diventino irrecuperabili. Inoltre, è obbligato a recuperare i crediti del condominio entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio (Aggiornamento 2020: il video è del 2017, certamente non prevedevamo una Pandemia Globale), salvo un’eventuale dispensa dell’assemblea che può sempre intervenire decidendo, per esempio, che possa essere controproducente per quella particolare cifra.

Come indicano il Codice Civile e le disposizioni di attuazione, l’amministratore è tenuto ad effettuare i debiti recuperi per le quali, tra l’altro, non deve neanche richiedere l’autorizzazione all’assemblea.

Pertanto, non c’è nessun motivo per cui, durante l’anno, l’amministratore non si attivi per il corretto recupero del credito, anche perché riteniamo che sia professionalmente corretto continuare a garantire i servizi condominiali a coloro che hanno contribuito alle spese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *